Archimede

Nobile figlio di Siracusa, scienziato, inventore e matematico, diede lustro e fulgore alla nostra città. Il suo nome è da sempre legato alla meditazione e alla scienza.
Tutto è nato dall’acquisto di questo vigneto, vecchio alberello "impupato" di Nero d’Avola, su terreno calcareo esposto leggermente a Sud, con una densità di 7.000 viti/ha. Nel vigneto sono presenti molteplici varietà di alberi da frutta, dal melograno al sorbo all’albicocca e una grande palma, che anticamente serviva ad indicare la presenza di un pozzo. Le radici profonde di queste viti di oltre cinquant'anni di età, scavano nel sottosuolo conferendo concentrazione e ricchezza di elementi salmastri e minerali, dando a questo vino notevole ampiezza, con sfaccettature eleganti che lo distinguono in maniera netta da tutti gli altri vini da noi prodotti. Vinificato in acciaio e maturato almeno trenta mesi prima di proseguire un lungo affinamento in bottiglia. Vino di carattere e personalità.


Territorio - Val di Noto, contrada Buonivini
Vitigno - Nero d'Avola
Suolo - Calcareo argilloso con tessitura fine e buona presenza di scheletro.
Estensione vigneto - 2,50 ha
Età vigne - Impiantate nel 1970
Sistema di allevamento - Alberello impupato Pachinese (7.000 viti ettaro)
Altezza sul livello del mare - 30 mt
Esposizione - Sud
Resa per ettaro - 26 qli – 17hl/ha
Agricoltura - Biodinamica, senza diserbanti, senza trattamenti e/o concimazioni chimici e/o sintetici, trattamenti antiparassitari limitati a bassi dosaggi di zolfo di miniera e propoli; concimazioni limitate alle preparazioni biodinamiche, trinciato di potatura e sovescio di graminacee e leguminose.
Vinificazione - Con lieviti indigeni, lunga macerazione del mosto con le bucce
Filtrazione - no
Chiarifica - no
Maturazione - In botti di Rovere per almeno 30 mesi
Produzione complessiva - Circa 6.000